“European Extreme Camper Adventure”

L’avventura estrema in camper

(“European Extreme Camper Adventure”) è appena partita dal punto più orientale d’Europa, che si trova in un’area piuttosto remota della Finlandia. A causa della forma sferica della terra, infatti, la longitudine qui raggiunge i 31°35′11″E ed è pertanto più ad est della Romania (che non supera il 30° parallelo).

Il punto è su un lago, Virmajärvi, la cui sponda opposta appartiene alla Russia e che fa parte del territorio del comune di Ilomantsi. Grazie alla canoa “origami” di Oru Kayak Salvatore sì è potuto avventurare fino al confine. Si rimane stupiti dal fascino e dalla tranquillità del luogo, pensando ai terribili conflitti che coinvolgono questa nazione in questo periodo.

A una cinquantina di chilometri dal paesino, attraverso un’area scarsamente antropizzata si giunge in un piccolissimo gruppo di case, ultimo segno di civiltà. Da lì si percorrono altri 30km circa vero est, attraverso boschi e prati e dopo aver attraversato un fiumiciattolo (detto Alajoki) si giunge finalmente al laghetto.

Malgrado lontanissimo da qualsiasi segno di presenza umana, c’è un percorso di legno che porta ad un “belvedere” sul lago e lì il punto più a Est della Finlandia e di tutta l’Unione Europa (inclusa l’area Schengen) è segnalato da alcuni cartelli che ne spiegano la geografia e da un’installazione folcloristica, costituita sostanzialmente da un tronco di legno con una calotta di rame, che si erge su una roccia.

L’impresa a rischio…

Raggiungere questa zona non è stato facilissimo e i primi imprevisti hanno già messo a repentaglio la partenza.Il primo problema serio è stato quello di trovarsi su una strada in disuso e pertanto interrotta. Per raggiungere Virmajärvi ci sono solo strade sterrate. Tra queste una è risultata abbandonata e impercorribile. Ciò ha comportato un ritorno al villaggio per chiedere informazioni e capire meglio quale percorso intraprendere per essere sicuri di giungere al punto. Il ritardo è stato considerevole.

Una volta a Virmajärvi, i nostri avrebbero voluto accedere al pontile che rappresenta il punto più a Est d’Europa ma sono stati bloccati da un gruppo Finlandese (Pielisen Tietäjäkeskus) guidato da due Shamane che, per la nota “legge di Murphy” proprio quel pomeriggio avevano occupato la zona, altrimenti raramente frequentata, per…

non  perderti l’articolo completo nel n.407 di CAMPERPRESS

 

Comments are closed.