Paradise Now

Performance di danza sulla Cantica del Paradiso aperta alla partecipazione di cittadini non professionisti a cura del Centro Nazionale di Produzione della Danza Virgilio Sieni.

In data 14 maggio 2021

Il Comune di Firenze propone, in occasione delle celebrazioni per i 700 anni dalla morte di Dante Alighieri, un percorso in tre azioni artistiche distinte, espresse attraverso altrettanti linguaggi, al fine di restituire parte di quella ricchezza e varietà di cui Dante e la Divina Commedia ci hanno fatto dono.

Il progetto si snoda volutamente tra esperienze apparentemente distanti che, utilizzando strumenti comunicativi e approcci molto differenti, mirano all’unico obiettivo di parlare al pubblico più vasto possibile, sostenendo l’immagine di una realtà ricca perché variegata, in cui ognuno può ritrovare una lingua conosciuta e contemporaneamente essere esposto a qualcosa di nuovo.

Attraverso il corpo, la voce e le nuove tecnologie, riprendono vita i versi danteschi, valorizzando suoni antichi ma ancora capaci di narrazioni incredibilmente attuali, dove il mondo immaginario sembra essere il più potente mezzo per comprendere quello reale.

Una moltitudine di interpreti, tra danzatori professionisti e cittadini di ogni età, per una coreografia che si fa cosmografia, viaggio iniziatico, cammino scandito dal passo del Paradiso della Commedia dantesca, dalla misura della terzina non declamata ma sussurrata e dispersa nelle articolazioni del corpo.

Respiro epico e dimensione intima s’intrecciano in una partitura coreografica che trascolora dall’azione corale al solo, passando per duetti, quartetti e sestetti, tra linearità e circolarità, adagi e folate rapinose.

Piazza Santa Croce – uno dei luoghi più rappresentativi di Firenze – si trasforma in una selva di corpi che gli spettatori sono chiamati ad attraversare tracciando ognuno il proprio itinerario e quindi la propria drammaturgia.

La coreografia affronta lo smarrimento del ricercare, trovando sostegno in ritmi e metri per solcare, con passo sospeso e dolente, le epoche in un andirivieni tra passato e futuro. Come un’onda che si fa e si disfa in una risacca senza fine, il tempo increspa la selva dell’umanità in ogni giuntura, coprendo e scoprendo gesti fossili e profetici a un tempo. La memoria ritrovata illumina l’abitudine e la frantuma indicando la strada verso inedite possibilità, incuneandosi in un tempo antichissimo e ancora da venire.

Le cantiche della Divina Commedia diventano così le parti coreografiche di un viaggio scandito dalla misura della terzina dantesca dispersa nelle articolazioni del corpo, coinvolgendo insieme a danzatori professionisti cittadini di ogni età. Il modo avvolgente e cognitivo della danza, della consapevolezza rivolta al semplice gesto, così come all’ampiezza di uno sguardo partecipato, appare oggi come un atto fondamentale per intessere nuovi modi di abitare e di vivere il mondo.

Info: cango@sienidanza.it    www.700dantefirenze.it

Comune di Firenze
Dante 2021 | Comitato Nazionale per le celebrazioni dei 700 anni

Un progetto a cura di:

Associazione Culter
Centro culturale di Teatro APS-Accademia Teatrale di Firenze
Compagnia Virgilio Sieni

 

Comments are closed.