COVERCAR copre il vostro camper

Se il camper ha una sosta prolungata all’aperto, specie nella stagione invernale, meglio adottare le dovute cure nel coprirlo. Il Copricamper Premium della Covercar rappresenta la soluzione ottimale.

Non sono pochi i camperisti che durante la stagione più fredda fanno un uso del proprio camper minore rispetto alle altre stagioni dell’anno. E questo per diversi motivi. Oltre ai tradizionali interventi di manutenzione di stagione  che contribuiscono a mantenere il veicolo sempre efficiente non va trascurato quello di dare al proprio camper un riparo dalle condizioni meteorologiche come pioggia, neve, sole, inquinamento atmosferico, per salvaguardarlo dall’inclemenza del meteo.

Pensate alle classiche ed antiestetiche righe nere che ristagnano sulle pareti dopo che la pioggia lava via lo sporco accumulato sul tetto, o ancora alle varie sigillature e guarnizioni presenti tra tetto e pareti della stragrande maggioranza dei veicoli abitativi (escludendo i camper in monoscocca di vetroresina) o gli oblò-lucernari. Per non parlare di quella fastidiosa  patina che compromette la brillantezza del colore dando un aspetto di anzianità precoce al veicolo.

Per chi ha la possibilità di rimessarlo al coperto presso un capannone o sotto una tettoia, magari vicino alla propria abitazione murale, trova la strada facilitata. E per coloro che non hanno queste opportunità? Nessun problema, il mercato offre prodotti e soluzioni per coprire al meglio il proprio veicolo abitativo.

Si fa presto a dire telo di copertura.

Dunque, se proprio non possiamo parcheggiare il camper al chiuso o sotto una tettoia, la soluzione più pratica ed economica è quella di coprirlo con un telo. La scelta in questo caso può essere indirizzata su due tipi:  i teli integrali, ossia che coprono completamente il camper fino alle ruote, o parziali, che servono a coprire le parti più esposte come il tetto e la prima parte delle pareti dove si hanno  le giunture sigillate. Le aziende produttrici hanno nel loro catalogo diverse taglie di misura in grado di soddisfare le esigenze in termini di dimensioni, dalla più piccola a quella XXL. Attenzione alla qualità del materiale e alle rifiniture: un telo che non sia traspirante, solido, antigraffio e omologato non è un telo che possa garantire una reale protezione del nostro camper. Specie quelli realizzati  completamente in pvc, anche se felpati internamente, che tendono a raccogliere la fastidiosa condensa sotto, che a lungo andare può far danni oltre ad insudiciare le superfici esterne.

Copricamper Premium

A qualità dei materiali e di affidabilità nel tempo per un duraturo preservare del vostro camper durante il rimessaggio, i copri camper della Confezione Andrea Group hanno da che andare fieri. Che sia la versione Basic o Premium le caratteristiche costruttive, frutto di competenza e ricerca sui materiali con test di qualità eseguiti negli stabilimenti europei del gruppo e omologati, sono al top che il mercato possa offrire.

Il Copricamper Premium è realizzato con tessuto Tristrato che favorisce la traspirazione e impedisce l’umidità grazie alla traspirazione del tessuto su tutti i lati, è impermeabile al 100% e antistrappo con cuciture termosaldate.

 

Uno delle domande che più di frequente viene posta al rivenditore di accessori camper e caravan quando si decide di acquistare una copertura esterna e come fare se sul tetto del proprio camper è presente il  pannello solare.

Bene, con il Copricamper Premium della Confezione Andrea Group il problema di avere sempre in carica le batterie di bordo grazie al pannello solare non esiste per il telo superiore, quello appunto che copre il tetto, giacché è  trasparente. In parole povere, l’irraggiamento della luce solare (presente anche in quantità ridotta con cielo coperto) viene captato dal pannello solare favorendo il suo lavoro.

Per scopriere ulteriori dettagli non perderti l’approfondimento e il test pubblicato nel N. 372 di CAMPERPRESS

Guarda anche il video

Comments are closed.