Micio in camper e in auto: 7 errori da evitare

I 7 errori più comuni commessi dai padroni che trasportano il loro gatto in camper e auto

Tutti i gatti prima o poi avranno bisogno di essere trasportati in automobile, anche se solo per una volta all’anno per il controllo annuale e la vaccinazione dal veterinario. Ma ci sono casi in cui il gatto potrebbe dover viaggiare in auto con voi in altre occasioni, magari quando andate in vacanza o quando traslocate.

Siccome a molti gatti non piace viaggiare e la circostanza li rende alquanto stressati, i loro padroni cercano di togliersi il pensiero quanto prima, mettendo il gatto nel trasportino all’ultimo minuto e cercando di sbrigare la faccenda il più velocemente possibile! È proprio questo approccio nervoso che può rendere il gatto ancora più stressato e portare a commettere alcuni errori di giudizio quando ci si trova ad affrontare questa circostanza, che dovrebbe avvenire in maniera sicura e tranquilla.

In questo articolo vi sveleremo quali sono i sette errori più comunemente compiuti dai padroni quando viaggiano in macchina o in camper con il gatto e vi consiglieremo degli atteggiamenti alternativi che possono rendere l’evento il meno stressante possibile! Continuate a leggere per scoprirne di più.

 

 

Indice:

  • 1 – Non dare la possibilità al gatto di familiarizzare con il trasportino
  • 2 – Dargli da mangiare prima del viaggio o dentro il trasportino
  • 3 – Permettergli di uscire dal trasportino in macchina
  • 4 – Non coprire il trasportino
  • 5 – Utilizzare un trasportino di dimensioni sbagliate
  • 6 – Non bloccare il trasportino
  • 7 – Guidare a velocità eccessiva

 

 

1 – Non dare la possibilità al gatto di familiarizzare con il trasportino

La prima volta che il gatto entra nel trasportino non dovrebbe essere quella in cui lo state scaraventando dentro cercando freneticamente di chiudergli lo sportello dietro senza prendergli la coda! Se il trasporto del gatto avviene una sola volta all’anno, è molto probabile che l’evento gli causi molto stress, in quanto il trasportino è un ambiente alieno che non risulterà familiare all’odore e al tatto.

Molti trasportini per gatti hanno la porticina o il tettuccio rimovibile e, dunque, lasciare il trasportino aperto in casa ed accessibile al gatto è un’ottima idea per farglici prendere confidenza; utilizzatelo come cuccia e metteteci dentro le sue copertine. Una piccola cuccia chiusa o uno scatolone sono i “mezzi di trasporto” più apprezzati dai gatti e quindi lasciare che prenda confidenza con il trasportino dentro casa e prima del viaggio, può sicuramente aiutarlo ad affrontare l’evento in maniera più rilassata e comoda.

2 – Dargli da mangiare prima del viaggio o dentro il trasportino

Dare cibo e piccoli premi al gatto per farlo entrare nel trasportino quando ne avete bisogno è sicuramente una buona tattica ma, farlo mangiare poco prima del viaggio o quando si trova nel trasportino è una cattiva idea. Non soltanto avranno bisogno di andare in bagno prima o poi ma un viaggio a pancia piena, circostanza alla quale i gatti non sono abituati, è molto probabile che gli causi un mal d’auto.

Va bene dargli un paio di premi mentre si trova nel trasportino ma somministrargli un intero pasto prima del viaggio è altamente sconsigliato!

3 – Permettergli di uscire dal trasportino in macchina

Molti gatti si fanno sentire durante un viaggio in auto, miagolando e grattando la porticina per chiedere di uscire. Molti padroni credono che permettere al gatto di uscire dal trasportino sia una buona idea per farlo sentire più a suo agio ma, al contrario, si tratta di una mossa sbagliata. Il gatto nel trasportino è al sicuro, sia in senso letterale sia in senso figurato in quanto si sente protetto dalle pareti intorno a lui, mentre un gatto lasciato libero di muoversi all’interno del veicolo è facile che costituisca una distrazione per il padrone, oltre a causargli mal d’auto a causa del movimento e della vista di ciò che avviene fuori.

Non c’è niente di male nell’accarezzare il gatto mentre si trova nel trasportino (se è possibile farlo senza che esca fuori) ma, a meno che il gatto non sia al guinzaglio e rimanga seduto lontano dal guidatore, non pensate che farlo uscire sia la scelta migliore.

4 – Non coprire il trasportino

I gatti hanno bisogno di aria fresca e ventilazione ma i trasportini che sono molto esposti alle correnti perché hanno diverse aperture, delle ventole o delle pareti fatte a rete, potrebbero non far sentire il gatto a proprio agio. Coprire la parte superiore del trasportino con un panno leggero potrebbe sembrare controproducente ma, in realtà, può aiutare il gatto a sentirsi più protetto e calmo durante il viaggio, sempre garantendogli una buona circolazione dell’aria.

5 – Utilizzare un trasportino di dimensioni sbagliate

Il gatto deve avere la possibilità di restare seduto e muoversi nel trasportino e, dunque, è probabile che abbiate bisogno ad un certo punto di cambiare il trasportino che usavate quand’era ancora un gattino. Ad ogni modo, utilizzare un trasportino troppo grande, come ad esempio una gabbia per cani o un grande scatolone, può non farlo sentire a proprio agio perché non abbastanza protetto. Scegliete perciò un trasportino dalle giuste dimensioni o mettetelo in uno scatolone o in un’altra scatola all’interno di un trasportino più grande per farlo stare più calmo e sereno.

Un trasportino troppo grande lo farà sballottare di qua e di là in caso di frenata o sterzata improvvisa, aumentando anche il rischio che si faccia male.

6 – Non bloccare il trasportino

Quando portate il gatto con voi in macchina è bene assicurare il trasportino al sedile con le cinture di sicurezza o con un altro dispositivo, per evitare che si sposti da una parte all’altra durante il viaggio. Sicuramente sarete inclini a pensare che tenerlo sulle gambe lo faccia sentire più a suo agio ma, al contrario, lo farà sentire instabile e non lo proteggerà in caso di incidente. La scelta migliore è di assicurare il trasportino al sedile e sedervici vicino in modo da tener d’occhio il gatto.

7 – Guidare a velocità eccessiva

Sia voi che il gatto vorrete sbrigare la faccenda il prima possibile ma è essenziale mantenere un’andatura regolare e guidare responsabilmente per arrivare a destinazione sani e salvi e il meno stressati possibile. Guidate ricordandovi di avere con voi il gatto e quindi modulate lo stile di guida evitando tutti quei comportamenti che potrebbero rendere il viaggio più stressante del necessario.

✍️ Articolo a cura della redazione di Petyoo, il primo comparatore prezzi di cibo e accessori per i nostri amici a 4 zampe!

Comments are closed.