Passo delle Capannelle

La strada panoramica più bella d’Italia

C’è una strada, in Abruzzo, che non tanti ancora conoscono. E’ una strada panoramica tra le più belle del nostro bel paese circondata dalla catena appenninica del Gran Sasso e dai Monti della Laga.Ed offre due varianti per percorrerla: da L’Aquila  verso Teramo o viceversa. Noi suggeriamo di attraversarla in bicicletta.

Appena usciti dalla galleria di Frondarola lo spettacolo che si ammira è quello del panorama del massiccio del Gran Sasso, un luogo di biodiversità che si estende per oltre 150 mila ettari. Da qui ci si immerge nel Parco Nazionale Monti della Laga. Man mano che si sale, il paesaggio si allarga con grandi prati dove pascolano liberamente mandrie e greggi.

Ma il tratto più bello è alla fine del percorso, fino al Passo delle Capannelle, a 1.300 metri di altitudine. Il nome “Capannelle” deriva probabilmente dalle piccole capanne di pastori dislocate lungo tutto il territorio. Infatti, il valico era utilizzato dalle greggi durante la transumanza dai monti abruzzesi verso le pianure dell’agro romano.

In bicicletta s’incontrano splendidi paesi, mandorleti, vigneti e oliveti, storiche abbazie e la magia silenziosa della vegetazione, il luogo giusto per chi vuole allontanarsi dal caos cittadino.

Un tempo sorgeva parte della via Cecilia, la strada percorsa dai romani per collegare la conca aquilana con le città della costa adriatica. In generale, il Passo delle Capannelle ha pendenze del 4% nel versante teramano, mentre del 5% su quello aquilano e ricordiamo che è stato protagonista più volte del Giro d’Italia.

Comments are closed.