Idee romantiche per San Valentino: dagli sci alla cena sotto le stelle:

Tante proposte firmate Cortina Skipass per offrire un giorno indimenticabile a chi si ama: fermarsi in quota per ammirare i colori dell’Enrosadira, godersi una cena o una notte in rifugio, imparare a conoscere le stelle, rilassarsi in una sauna tra le montagne, scoprire i sapori del territorio, riempirsi gli occhi e il cuore di bellezza.

Un San Valentino scintillante come le stelle in montagna, caldo come la stufa accesa in un rifugio sotto la neve, affascinante come una ciaspolata nel silenzio del bosco, sorprendente come una mostra aperta sulle vette delle Dolomiti. In fondo, perché regalare l’ennesimo oggetto quando invece si può offrire tempo da trascorrere insieme? Sono tante le possibilità offerte dal comprensorio di Cortina Skipass, un’occasione per sorprendere chi si ama.

 Averau –Relax in coppia al rifugio Scoiattoli: ci si distende nella vasca botte in legno d’abete, riscaldata da una stufa a legna, immersi nell’acqua calda, sorseggiando champagne, circondati dalla pura bellezza del paesaggio. Estremamente romantica anche la proposta del rifugio Col Gallina: una notte in una delle starlight rooms, le camere mobili in vetro e legno in posizione panoramica, raggiungibili in motoslitta o con le ciaspole. Un posto in prima fila di fronte allo spettacolo dell’enrosadira, al tramonto, e dell’alba una cena per due o una colazione. E ogni venerdì e sabato, su prenotazione, i due rifugi, Averau e Scoiattoli, propongono una cena sotto le stelle, in un contesto davvero suggestivo.

 Tofana – Cosa c’è di più romantico delle stelle? Lo storico rifugio Col Druscié organizza il prossimo 14 febbraio una delle sue Astrocene: un aperitivo con cena in terrazza, seguito dalla visita all’osservatorio Helmut Ullrich insieme agli esperti dell’Associazione Astronomica Cortina Stelle. Tutti a naso in su per ammirare con i telescopi la magia del cosmo, perdendosi con lo sguardo tra nebulose, pianeti e costellazioni. Chi desidera abbinare l’emozione di sfrecciare per primi all’alba sulle piste ancora deserte al gusto di una colazione a base di prodotti locali può prenotare questa esperienza presso la capanna Ra Valles, salendo a quota 2.475 metri con la funivia. Per chi preferisce il tramonto ecco invece gli appuntamenti “Ciaspe al chiaro di luna”, con passeggiata, aperitivo e cena al ristorante del rifugio.

 Lagazuoi – La bellezza conquista, emoziona, rapisce lo sguardo. Impossibile non innamorarsi di un panorama come quello che si ammira da Lagazuoi Expo Dolomiti, a quota 2.778 metri: una funivia sospesa tra le nuvole che propone, nei suoi nuovi locali, la mostra Snow Art.Dolomiti Romantiche. La maestosità del paesaggio viene raccontata attraverso gli scatti di tre fotografi d’eccezione, Pierluigi Orler, Gustav Willeit e Stefano Zardini. Le immagini, proiettate sulle pareti, restituiscono la luminosità eterea e le forme cangianti di un panorama unico, tra architetture vertiginose e dune candide che si fanno quasi astrazione.

 Misurina –A ciascuno il suo sport: intorno al lago di Misurina si può prendere una pausa dallo sci – dalle piste al Col De Varda e dai due anelli di fondo – per immergersi nell’incanto della natura. Con ciaspole e scarponi ai piedi, ghette e bastoncini, si riscoprono la lentezza e il silenzio godendosi una vista indimenticabile sulle Marmarole, il Sorapis e il Cristallo. Passo dopo passo, in un’atmosfera ovattata e romantica si sale fino al rifugio Città di Carpi, dove si gustano veri manicaretti sul terrazzo panoramico. Arrivati in cima, dopo un po’ di riposo, si può anche ripartire in direzione Malga Maraia.

 Faloria – Siamo a quota 2.123 metri: il rifugio Faloria, affacciato sulla conca di Cortina, organizza la sua prima cena romantica di San Valentino. In programma un menu dedicato alla festa degli innamorati, vari momenti di intrattenimento musicale e tutta l’atmosfera di un rifugio che sa sedurre gli ospiti con le sue proposte. Completano il quadro i vapori aromatizzati della sauna wellness e la Jacuzzi con vista panoramica dove rilassarsi dopo una giornata sugli sci. 

Comments are closed.