Marche da scoprire – La Gola del Furlo

Unire la natura con la storia. Un connubio possibile e presente nella Gola del Furlo lungo la via Flaminia attraversata dal fiume Candigliano, un affluente del Metauro. Nel corso del tempo è stata erosa dall’azione delle sue acque e che ha raggiunto una notevole profondità, tanto da essere considerata un vero e proprio canyon all’italiana. La gola del Furlo è anche un’importante testimonianza storica in quanto la strada che la attraversava e ne facilitava il passaggio sia per le persone che per i veicoli, fu voluta addirittura dall’imperatore Vespasiano la sua antichità, del resto, è provata da una serie di iscrizioni e datazioni che sono ancora oggi visibili. Ma la sua storia non finisce qui, dato che in questo luogo si tennero degli scontri nel corso della Seconda Guerra Mondiale.

Oggi sono moltissimi i visitatori che giungono per visitarla, e ammirare questo monumento della natura che è, allo stesso tempo, un’impressionante testimonianza storica.

Info: Indirizzo:strada statale SS 3, nella parte Roma-Fano Acqualagna Tel.:0721.700041  riservafurlo@provincia.ps.it   www.riservagoladelfurlo.it

Come raggiungerla:  Provenendo da Fano…  Strada provinciale Fano-Grosseto in direzione Fossombrone; superata Fossombrone proseguire per Roma e prendere l’uscita Furlo-Calmazzo; proseguire sulla strada Flaminia per circa 6 km (si attraversa in auto la Gola del Furlo); in alternativa prendere l’uscita Furlo (dopo la galleria di circa 3,5 km), proseguire sulla Strada Flaminia seguendo le indicazioni per Furlo per circa 1,5 km

Provenendo da Gubbio… Strada provinciale Fano-Grosseto in direzione Fano; superata Cagli prendere la prima uscita Furlo e proseguire sulla Strada Flaminia seguendo le indicazioni per Furlo per circa 2 km

 

Comments are closed.