I meloni della bassa mantovana

Il melone è una delle produzioni di punta della Bassa mantovana ma che si estende anche in altri comuni delle province Cremona, Modena, Ferrara e Bologna. In particolare sono i comuni di Borgoforte, Carbonara di Po, Castellucchio, Cavriana, Ceresara, Commessaggio, Dosolo, Felonica, Gazoldo degli Ippoliti, Gazzuolo, Goito, Magnacavallo, Marcaria, Mariana Mantovana, Piubega, Poggio Rusco, Pomponesco, Quistello, Redondesco, Rivarolo Mantovano, Rodigo, Sabbioneta, San Benedetto Po, San Martino dall’Argine, Sermide e Viadana, tutti in provincia di Mantova, a farla da padroni. La coltivazione del melone in queste terre è antica, rinomata e ricca di riferimenti storici e bibliografici, a partire da documentazioni risalenti alla fine del Quattrocento, presenti nell’archivio Gonzaga, le quali riportano notizie dettagliate degli “apprezzamenti destinati ai meloni provenienti da queste terre”. Tali testimonianze attestano anche l’abilità degli agricoltori della zona nella scelta delle varietà e nell’adozione delle tecniche colturali più idonee alla produzione di frutti di buona qualità, capacità che si è mantenuta ininterrottamente sino ad oggi. Nella chiesa di Sermide, poi, vi sono affreschi che raffigurano meloni e altra frutta e verdura, di epoca ancora antecedente. Originario dall’Asia e dall’Africa tropicale, il melone appartiene alla famiglia delle…

.. continua a leggere l’articolo nel N. 355-356 di CAMPERPRESS

Comments are closed.